Intemperie

pareti divisorie come barriere agli odori

Con il termine «intemperie» si intendono tutti gli agenti atmosferici che compongono il quadro meteorologico in un determinato luogo e in un dato momento: sole, vento e acqua, come pioggia o neve, luce e aria. Per garantire un’affidabile protezione dei tetti e delle pareti dal gelo, dalla poggia e della neve, porte e finestre devono assicurare una chiusura assolutamente ermetica. È questo l’unico modo per lasciare fuori il tempo cattivo e godersi il tepore dei propri ambienti.

I sistemi di profili in acciaio assicurano una tenuta adeguata anche in presenza di elevati carichi di vento

Finestre, porte e facciate realizzate con sistemi di profili in acciaio resistono alla pressione del vento anche in caso di burrasche e condizioni meteo avverse. I carichi di vento da considerare variano in primo luogo dall'ubicazione dell'edificio: l'esperienza dimostra ad esempio che il clima è più tempestoso sui tratti costieri che nell'entroterra. La Germania è suddivisa in quattro zone di vento con diverse velocità di base (zona di vento 1: velocità del vento di base 22,5 m/s, 2: 25,0 m/s, 3: 27,5 m/s, 4: 30,0 m/s). Il carico del vento rappresenta tuttavia un fattore da considerare anche in fase di progettazione di alte costruzioni in quanto: maggiore è l'altezza alla quale sono installate le finestre nell'edificio, tanto più alta è la classificazione nelle zone di carico del vento, per cui maggiore dovrà essere la resistenza ai carichi del vento, alla pioggia battente e alle correnti d'aria.

Carico del vento su facciate continue, finestre e porte

La resistenza delle facciate continue al carico del vento (pressione e risucchio del vento) è definita dalla DIN EN 13116 che specifica i requisiti sia per le parti a vetrata fissa che per quelle apribili di facciate continue. La resistenza di finestre e porte al carico del vento è testata secondo la norma DIN EN 12211 e classificata nelle classi da 0 (non testata) a 5 (alta resistenza) secondo la DIN EN 12210. Finestre e porte particolarmente esposte negli angoli e nei bordi dell'edificio, devono impedire il passaggio dall'esterno di correnti d'aria o umidità, anche durante tempeste simili a uragani.

Tenuta all'acqua e alla pioggia battente dei sistemi di profili in acciaio

Finestre, porte e facciate realizzate con i sistemi di profili in acciaio devono assicurare una tenuta affidabile, sia in caso di pioggerelle che di temporali violenti con sferzate d’acqua contro la facciata a mo' di pioggia battente. La classificazione della tenuta alla pioggia battente delle facciate continue realizzate con sistemi di profili in acciaio si basa sulla norma DIN EN 12154. La tenuta alla pioggia battente di finestre e porte è classificata secondo la norma DIN EN 12208 e testata secondo la DIN EN 1027. Le procedure di test in uso sono due: quella A, che si applica a porte e finestre esposte alle intemperie senza protezione, e quella B relativa ai componenti protetti dalla pioggia, ad esempio da tettoie o balconi.

La misura della permeabilità all'aria: il valore Q

Oltre a non resistere al vento, i giunti non a tenuta di porte e finestre non sono impermeabili allo scambio tra aria fredda e calda anche in assenza di vento durante la stagione fredda, per cui generano «spifferi». La dispersione di prezioso calore dai giunti non a tenuta comporta inevitabilmente fastidiose correnti d'aria. Soltanto porte e finestre a chiusura ermetica garantiscono un isolamento termico permanente, rendendo il valore Q descritto nella norma DIN EN 12207 un indicatore di isolamento termico importante ai sensi dei requisiti della legge sull'energia degli edifici (GEG 2020). Per quanto riguarda il valore U, si applica anche qui: più basso è il valore Q, meglio è.


I sistemi di profili in acciaio raggiungono i massimi valori

La classificazione delle facciate continue per quanto riguarda la permeabilità all'aria si basa sulla norma DIN EN 12152. I sistemi per facciate termoisolati per costruzioni a montanti e traversi - Jansen VISS, VISS Basic, VISS RC e VISS SG - raggiungono il miglior valore Q con «AE». I sistemi per porte e finestre termoisolanti per esterni sono classificati nella migliore classe 4.

Costruire in sicurezza e a norma con i sistemi di profili in acciaio

Nel centro di prova interno situato presso la sede di Oberriet, in Svizzera, possiamo testare i parametri di carico del vento, di tenuta all'acqua/pioggia battente e di permeabilità all'aria per finestre, porte e facciate realizzate con sistemi di profili in acciaio. Con il test funzionale, assicuriamo in anticipo che la costruzione progettata sia conforme ai requisiti richiesti. Ciò offre ai nostri clienti un elevato livello di sicurezza in termini di progettazione e riduciamo al tempo stesso i tempi di pianificazione per facciate, finestre e porte sicure e conformi agli standard realizzati con sistemi di profili in acciaio.